UN ACCESSO PIÚ LARGO AI CONTENUTI DELLA RETE

Un acceplenariasso più largo ai contenuti della rete è un passo fondamentale per prendere il meglio del potenziale che il digitale può rappresentare per la cultura, per gli artisti, gli utenti e i giovani.

Con un voto largo, abbiamo dato il via libera nell’ultima sessione plenaria al Parlamento europeo, a una norma attesa da tempo che finalmente permetterà agli utenti, dovunque in Europa, di poter accedere a video, opere online ed abbonamenti digitali anche in altri paesi europei. Lo streaming senza frontiere sarà finalmente realtà, una volta che anche il Consiglio dell’Unione europea siglerà la sua approvazione.

Finalmente l’impegno per l’attualizzazione delle regole del copyright libera nuove possibilità di utilizzo e portabilità, nel rispetto del principio del diritto d’autore e nella comprensione che proprio con un accesso più largo sarà possibile promuovere la creatività nelle nuove forme espressive che l’era digitale favorisce.

Un’acquisizione positiva soprattutto per i giovani utenti, in particolare studenti Erasmus e lavoratori temporaneamente all’estero, che potranno godere di questo nuovo diritto di utilizzo.

Dopo l’abolizione del roaming nella telefonia mobile, un altro passo avanti concreto di un’Europa utile e più vicina ai cittadini, che comprende il valore dell’innovazione e della modernità e che mette le basi per una società più dinamica e equa.

Enrico Gasbarra

condividiShare on FacebookTweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone