DIESELGATE.2: PRETENDIAMO CHIAREZZA SULL’ACCADUTO

Dieselgate.2: test tossicità su cavie umane e animali. Pretendiamo chiarezza sull’accadutoscimmia medaglietta

Esperimenti su scimmie e 25 volontari sani sottoposti a inalazioni di diossido d’azoto tre ore al giorno, per 4 settimane: una ricetta tossica, quella finanziata in nome della ricerca dall’industria automobilistica tedesca per valutare il tasso di nocività dei gas diesel degli scarichi delle autovetture.

A meno di un anno dalla chiusura dei lavori della Commissione speciale d’inchiesta istituita dal Parlamento europeo sulle emissioni auto, un nuovo sconcertante scandalo è esploso in questi giorni.

L’Europa, garante dei diritti e del benessere dei suoi cittadini ha il dovere di intervenire, pretende chiarimenti e  riposte sull’accaduto.

La verifica sulle emissioni non può ammettere il ricorso alla sperimentazione su cavie animali, tanto meno sugli esseri umani e il tentativo di limitare i gas tossici dei veicoli diesel per i consumatori, non può in nessun modo rischiare di mettere a rischio la salute umana.

Affronteremo questo tema proprio nei prossimi giorni a Strasburgo dove, su iniziativa del Gruppo S&D è prevista una dichiarazione e un dibattito sugli elementi emersi.

Il nostro compito, nei prossimi mesi, sarà quello di garantire un impegno costante con il Parlamento e con i cittadini affinché si faccia piena luce sul caso e si adottino misure concrete per non permettere che eventi simili non si ripetano.

 

condividiShare on FacebookTweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone